Gasparin Giuseppe - La Guerra all'orizzonte

Vai ai contenuti
 

Soldato   Gasparin Giuseppe
27 anni.
Nato a Quinto di Treviso il 18 giugno 1888
Figlio di Fortunato e Lazzaro Luigia

Operaio

Arruolato nel 55° Reggimento fanteria (Brigata Marche).
Inviato in zona di guerra il 23 maggio 1915.
Morto l' 11 novembre 1915 nell'Ospedale da Campo 230 a Langoris di Cormons per malattia contratta in trincea sul fronte isontino.


GASPARIN GIUSEPPE SULLA CARTA DEL CONFLITTO

NOTE: Le salme dei soldati deceduti presso l'ospedale da campo n. 230 sono state riesumate successivamente alla fine del conflitto e traslate nel Sacrario di Oslavia nel cosiddetto "Torrione Langoris". Per i caduti dei primi mesi di guerra il periodo trascorso dalla prima sepoltura alla riesumazione non consentì, in moltissimi casi, l'identificazione certa delle salme. I documenti individuali, redatti in fogliettini di carta racchiusi nelle piastrine metalliche, non poterono superare la prova del tempo e delle sepolture improvvisate e, dopo Caporetto, molti documenti, registri ed elenchi andarono smarriti o distrutti. Lo sforzo condotto dalle istituzioni per ridare un nome alle decine di migliaia di salme sepolte in innumerevoli piccoli cimiteri di guerra, molte volte rapidamente abbandonati sotto la spinta degli eventi bellici, si confrontò, ovviamente, con la carenza di informazioni. Gli errori di trascrizione furono inevitabili e molti dei nostri caduti persero il legame con il filo della memoria. Oggi, con le recenti disponibilità tecnologiche, ci è possibile generare degli algoritmi di ricerca che considerano anche le varianti interpretative di quanto letto nei resti dei dati contenuti nelle logore piastrine. Questo nuovo metodo di ricerca ci ha permesso, infine, di formulare nuove ipotesi. Ed ecco che allora, sulla lapide della tomba 622 nel Torrione Langoris nel Sacrario di Oslavia, abbiamo rinvenuto la tomba di Gasperini Giuseppe, riesumato dal cimitero di Langoris e carente di ogni altra informazione ma, probabilmente, riferita proprio al nostro Gasparin Giuseppe. La successiva ricerca in tutti i volumi dell'Albo d'Oro dei Caduti della Prima Guerra Mondiale, ci ha dato modo di verificare che ogni altro Gasperini Giuseppe, censito, non ha alcun legame con il Gasperini di Oslavia per evidenti inconciliabilità con la data o con il luogo della morte. Con molta probabilità e con inevitabile emozione siamo quasi certi, infine, nell'affermare che le spoglie del nostro Giuseppe si trovano nel Sacrario di Oslavia assieme ad altre migliaia di ragazzi che, nell'infuriare delle dodici Battaglie dell'Isonzo, persero la vita durante gli anni terribili del grande conflitto.

PRESENTE NEL MONUMENTO AI CADUTI
E A PAGINA 365 DELL'ALBO D'ORO DEI CADUTI DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE - VOLUME XXVI - VENETO

Torna ai contenuti